Barcolana

Il racconto del lavoro che sta dietro la produzione della nostra prima ode al mondo della barca a vela


Barcolana from Pablo Apiolazza on Vimeo.

La Barcolana è la regata più affollata del mondo. Ogni anno la seconda domenica di Ottobre, nel Golfo di Trieste si riuniscono più di 1700 imbarcazioni per gareggiare in questo evento unico.

Quest’anno l’organizzazione della Barcolana ha deciso di festeggiare i 46 anni anni della regata costruendo in sole due settimane una nuova imbarcazione a vela in legno. Ci hanno contattato per realizzare un documentario breve che raccontasse la storia e soprattutto lo spirito di questa regata.

Abbiamo deciso che non doveva essere semplicemente il video di una regata come tante, voleva essere la narrazione di cosa sta dietro a un evento come Barcolana.
Volevamo scendere più a fondo, catturare i dettagli, le emozioni e le sensazioni di tutti coloro che si sentono legati in qualche modo alle barche a vela, al mare, alla propria città. Che siano adulti o bambini, professionisti o amatori, regatisti, tifosi o osservatori.
Una grande responsabillità, per la tradizione di questo evento, un appuntamento carico di storia e significati.

"In quale altra città d’Italia vedi da una piazza le alpi,il mare,traghetti partire per il bosforo?" #ttot #trieste pic.twitter.com/MEGL2IA5mS

APZ media (@APZmedia) October 18, 2014

Barcolana è una gara che trova la sua origine in tempi antichi: dalle barche di pescatori al largo della costa della Dalmazia, fino ai grandi porti di Trieste e Venezia. Le barche che arrivavano per prime erano quelle che potevano garantire la freschezza del pesce, e quindi la sua vendita.
Per secoli questa “corsa” ha continuato a ripetersi, fino all’avvento della modernità e dei nuovi metodi di pesca industriale e di conservazione del pesce, tra tutte l’invenzione del frigorifero.
Tuttavia l’amore per il mare e lo spirito competitivo di allora sopravvissero e si trasformarono in una regata tradizionale e unica nel suo genere.

Un bellissimo ricordo con Mario Mallardi, il meraviglioso maestro d'ascia dello "Skeet", … http://t.co/cidDaEk0JQ pic.twitter.com/77Vm2w3PEf

APZ media (@APZmedia) October 6, 2014

La costruzione della barca di legno durante questa edizione della Barcolana è stata affidata al cantiere Alto Adriatico di Monfalcone e al maestro d’ascia Mario Mallardi, un vero artista. E’stato un grande piacere lavorare con lui e il suo team. Le parole di Mario, durante i discorsi con lui, sono state un’ importante fonte di ispirazione, e la narrazione del preludio di questo video, Shipwright

Shipwright – Come nasce una barca from Pablo Apiolazza on Vimeo.

Per narrare in un tempo così breve una storia che è iniziata tanti secoli fa, abbiamo realizzato una ricerca d’archivio, aiutati dal Museo Civico del Mare di Trieste, grazie a Walter Macovaz, esperto della storia di Trieste e del suo mare.

La ricerca si è completata con l’aiuto inestimabile di Ranieri Favetta, che ci ha guidato nella selezione del materiale e ci ha permesso di conoscere più a fondo la Trieste del passato.
La sequenza storica all’inizio del video non sarebbe la stessa senza le cartoline, cortesia della Bottega del francobollo e dell’usato di Trieste. Attraverso le loro immagini abbiamo potuto riprodurre, attraverso un lavoro di animazione e motion graphics, il passare del tempo in una città dalla storia così ricca e complessa come quella di Trieste.

Illuminante e decisivo per l’esito del video è stato l’incontro con il giornalista triestino Paolo Rumiz, che abbiamo avuto l’opportunità e il piacere di poter intervistare nella sua casa.
La sua narrazione nel video, frutto di una precisione e di una poetica immense, ci hanno permesso di raccontare attraverso la sua voce e le sue parole lo spirito di Barcolana, e il suo significato per la città di Trieste.

Per realizzare la colonna sonora originale abbiamo deciso di coinvolgere il nostro compositore preferito, il talentuoso Ian Blumfield, che ha realizzato per noi il pezzo orchestrale Chasing Dreams, che riesce a trasmettere con la sua musica tanto il valore epico quanto sentimentale del mondo della vela. Per quanto riguarda il suono abbiamo collaborato con il nostro amico Aniol Marin, che ha ricreato le ambientazioni sonore della regata e della Trieste storica.

Durante la regata ci siamo serviti infine del contributo di Gabitto Visintin, fotografo sportivo che ci ha aiutato nelle riprese dal mare della giornata di gara, direttamente da un gommone messo a disposizione per l’evento.
Tutte le persone che compaiono durante il breve documentario sono protagonisti autentici della Barcolana, che hanno partecipato in prima persona alla regata, tra questi Andrea Micalli dell’equipaggio Drake Passage, inoltre l’equipaggio delle imbarcazioni classiche Flora, Tiziana IV, Osama, che ci hanno accolto con tanto entusiasmo e calore.
Infine, tutte le immagini addizionali ci sono state fornite dall’equipe video dello staff Barcolana, composto da Ettore Spezza, Alberto Alesse, Francesco Ferri e Federico Favretto.

Il lancio in anteprima è avvenuto durante la premiazione della Barcolana, nel salone Saturnia della Stazione Marittima di Trieste.

E’ difficile riuscire a trasmettere la soddisfazione e il piacere di poter mostrare e raccontare un evento come questo, con tante storie che si intrecciano e si uniscono in un’unica grande narrazione, con un nesso comune: il profondo e autentico amore per il mare.


comments powered by Disqus

Altri articoli

Ti piace quello che facciamo? Stiamo condividendo il nostro percorso.

Registrati, una volta al mese ti invieremo notizie e riferimenti di visual storytelling, media strategy e smartwork


Scegli i tuoi interessi:

Hai un progetto? Facciamolo insieme!

Contattaci